I TESORI DELLA TERRA

Bio e Slow Travel

Con:
Simone Salvini, Chef di Alta Cucina Vegetale
Matteo Bartolini, ANABIO Associazione Nazionale Agricoltura Biologica
Daniele Piccinin, biodistretto Venezia centro-orientale
Franco Zecchinato, presidente El Tamiso
Diego Bonato, biodistretto Colli Euganei

Coordina:
Mimmo Vita,
Capo Ufficio Stampa Veneto Agricoltura e Presidente CTS-Unaga

PRENOTA GRATUITAMENTE IL TUO POSTO

QUANDO

Venerdì 10 maggio
h 18.00 – 19.00

DOVE

Palazzo della Ragione

Un appassionante viaggio dai luoghi della produzione agricola, all’utilizzo dei prodotti nelle ricette più raffinate, tra paesaggi e slow travel: un talk esclusivo con la partecipazione di Simone Salvini, chef di alta cucina vegetale che unisce bellezza, ecologia e salute.

Appuntamento a cura di:
SIMONE SALVINI

Sempre più spesso ospite di programmi radiotelevisivi e intervistato su numerose riviste in qualità di esperto e grande interprete di cucina vegetale, è un richiestissimo relatore in eventi che trattano temi di enogastronomia. Autore e protagonista delle puntate del Gambero Rosso dedicate alla cucina vegetale, ha felicemente ispirato Maurizio Crozza nella creazione dell’ironico personaggio Germidi Soia. Ha collaborato con Joia di Pietro Leemann a Milano (il primo ristorante europeo vegetariano ad essere premiato con una stella Michelin nel 1996), con l’Associazione Vegetariana Italiana, con l’Istituto Europeo di Oncologia di Umberto Veronesi e con la Scuola di Cucina Alma.

È autore di tre libri per Mondadori e collaboratore del mensile Cucina Naturale. Dal 2006 partecipa come chef a Identità Golose e dal 2016 è socio fondatore e docente della scuola di cucina FunnyVeg Academy, dove tiene personalmente il master Ghita di alta cucina dedicato ai professionisti del settore.

DANIELE PICCININ

Presidente del Biodistretto BioVenezia ed ex Presidente della Strada Vini DOC Lison Pramaggiore, Daniele Piccinin è produttore di vino biologico da trent’anni. Grazie alla sua lunga esperienza è stato capace di rendere l’azienda agricola Le Carline, di cui è titolare, sinonimo di viticoltura biologica certificata, garantendo vini vegani e senza solfiti aggiunti.

La sua cantina si trova nel cuore dell’area viticola biologica più grande d’Europa, la zona DOC Lison-Pramaggiore e DOC Venezia.